Scroll Top
Lāčplēša iela 87C, Riga, Lettonia

Traduzioni e altri servizi linguistici in lingua albanese

1

TRADUZIONI IN ALBANESE

QUANTO COSTANO LE TRADUZIONI DA E VERSO L’ALBANESE?

Il prezzo dei servizi di traduzione da e verso l’albanese è calcolato singolarmente per ogni ordine e tiene conto delle sue caratteristiche specifiche. Ad esempio, prendendo il caso dell’interpretazione consecutiva e simultanea, il prezzo si basa sulla durata del servizio, sul luogo dell’evento, sulle spese di viaggio e sulla diaria. Per i servizi di interpretazione simultanea, ci sono delle spese aggiuntive dovute al supporto tecnico, le quali dipendono dal numero di partecipanti all’evento, ecc. Per quanto riguarda le traduzioni scritte invece, per decidere il prezzo sono considerati il volume e la leggibilità del materiale da tradurre, il termine di consegna del lavoro, la complessità della terminologia, le ripetizioni all’interno del testo, la formattazione e la complessità di immagini e grafiche, la correzione di bozze e altri servizi richiesti dal cliente.

È DISPONIBILE IL LISTINO PREZZI?

Naturalmente. Il listino prezzi dei servizi di traduzione e interpretazione (simultanea e consecutiva), di localizzazione e di adattamento da e verso l’albanese è parte integrante dell’accordo di cooperazione che stipuliamo con i nostri clienti. Prima di iniziare il progetto di traduzione, i project manager di Skrivanek preparano sempre informazioni dettagliate sul prezzo dell’ordine. Il preventivo è pronto in non più di 30 minuti. Per quanto riguarda le traduzioni scritte, parametri come il numero di parole e di ripetizioni, la complessità dell’elemento grafico ed altri parametri concorrono alla definizione del prezzo. Volete sapere quanto costa tradurre i vostri documenti? Mandateci un’e-mail con il materiale da tradurre!

Avete bisogno di un servizio di traduzione da/verso l’albanese? O di una combinazione tra un servizio di traduzione e uno commerciale correlato? Contattate Skrivanek Baltic oggi stesso per ricevere un preventivo gratuito! Forniamo i seguenti servizi in lingua albanese:

  • Traduzione di documenti in albanese
  • Interpretazione simultanea in albanese
  • Validazione linguistica di traduzioni in albanese
  • Interpretazione consecutiva in albanese
  • Trascrizione in albanese
  • Grafica e composizione tipografica in albanese
  • Servizi di voice over e di sottotitolaggio in albanese
  • Servizi di selezione di staff albanese
  • Marketing multiculturale in albanese
  • Gestione di documenti in albanese
  • Servizi di deposizione in albanese
  • Servizi di data room virtuali in albanese
  • Supporto per l’e-learning in albanese

Cercate un servizio linguistico in albanese? Prepareremo il servizio giusto per voi e vi consulteremo sull’argomento di vostro interesse.

 Pievienot
---
  • ---
  • Sono già cliente di Skrivanek
  • Tramite ricerca Google
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Pubblicità esterna (cartelloni pubblicitari, ecc.)
  • Fiera
  • Amici/conoscenti
  • Quotidiani, giornali, riviste, ecc.
 

Qualità e riservatezza garantite dai certificati ISO

I nostri project manager parlano lettone, russo, inglese, tedesco e polacco

Il 99% dei clienti riceve un’offerta di prezzo in meno di 15 minuti

Più di 3000 professionisti della lingua e madrelingua

Oltre il 98% dei nostri clienti ci consiglierebbe ai loro amici e partner

Traduciamo ogni anno più di 16 milioni di parole

FATTI INTERESSANTI SULLA LINGUA ALBANESE E SULL’ALBANIA

In Albania, lo stile di vita è diverso da quello europeo dove tutti sono sempre impegnati e diretti da qualche parte. Gli albanesi fanno una vita lenta, pacifica e non si preoccupano delle piccole cose. In questo paese la semplicità e le proprie regole fanno da padrone e il loro scopo è quello di rendere la vita dei cittadini più piacevole. L’Albania non segue principi prestabiliti: negli anni non si è mai lamentata di nulla. Con la sua antica nonché complessa storia e con la sua natura incontaminata caratterizzata da pendii rocciosi, mari dalle acque turchesi e foreste, l’Albania è una delle nazioni più belle d’Europa. L’accoglienza e la cordialità dei residenti è ciò che crea il fascino meridionale di questa nazione. Gli albanesi più anziani sono così fieri della propria nazione e delle sue antiche tradizioni che potrebbero andare in giro indossando abiti folcloristici anche tutti i giorni. L’albanese è una lingua unica; in nessuna nazione si parla una lingua simile. Questa è una terra di grandi contrasti, una terra dove il semplice si mescola con il sofisticato, con la spiritualità e con il mistero.

  • L’albanese è una lingua indoeuropea isolata, tanto è che la sua stessa appartenenza alla famiglia delle lingue indoeuropee è stata molto discussa. L’origine del popolo albanese e della loro lingua è ancora incerta. Secondo alcuni studiosi di linguistica, l’albanese è nato dall’illirico, ossia una delle più antiche lingue della penisola balcanica. Sono tuttavia molti gli studi che dimostrano la vicinanza dell’illirico al rumeno e con alle lingue celtiche, mentre, da un punto di vista fonologico e morfologico, l’albanese è più simile alle lingue slave, indoiraniche e all’armeno. Un’altra possibilità accettata è che l’albanese abbia avuto origine dal dacico o persino dal tracico.
  • Questa lingua è stata influenzata dal dominio romano durato dal II al IV secolo a.C., dalla colonizzazione slava del VI e VII secolo, dall’influenza bizantina e dall’annessione di parte del territorio di etnia albanese nei territori amministrati da Bulgaria e Serbia, come anche dalle battaglie tra la chiesa ortodossa e quella cattolica.
  • L’albanese è la lingua ufficiale di Albania e Kosovo ed è una delle lingue ufficiali della Macedonia settentrionale e del Montenegro.
  • La lingua albanese ha due dialetti: il dialetto ghego, parlato nell’Albania settentrionale e in Kosovo, e il dialetto tosco, parlato invece nell’Albania meridionale. Essi sono differenti per lo più da un punto di vista fonetico, ma questo non disturba la comunicazione, la quale avviene senza problemi. L’80% della lingua letteraria albanese si basa sul dialetto tosco. Fin dal medioevo, gli albanesi stanziati nel sud Italia hanno sempre parlato la lingua arbëreshe, mentre quelli che vivono in Grecia la lingua arvantica.
  • L’ente ufficiale per la regolamentazione della lingua albanese è il dipartimento di Scienze Sociali dell’Accademia delle Scienze dell’Albania.
  • L’unica albanese ad aver ricevuto un premio Nobel è Madre Teresa.
  • Dal 1941 al 1992, durante il regime comunista, in Albania è stata vietato qualsiasi tipo di religione. L’Albania fu quindi il primo paese ateo del mondo.
  • In Albania non ci sono McDonald’s, ma c’è una catena di fast food simile chiamata Kolonat.
  • Nei villaggi e città albanesi, tutte le sere ha luogo un’attività particolare: il traffico viene chiuso e tutti escono a fare una passeggiata per bruciare le calorie della cena. Questa passeggiata serale ha persino un nome speciale: xhiro.
  • Gli albanesi non chiamano il loro paese Albania, ma Shqipëria (Paese delle aquile).
  • Uno dei fatti più sorprendenti dell’Albania è che la sua popolazione è di circa 3 milioni di abitanti, ma sono almeno 7 milioni gli albanesi a vivere all’estero. Questo fenomeno migratorio è iniziato all’inizio degli anni ‘90 ed è stato causato principalmente dall’alto tasso di disoccupazione nel paese.
  • Nel 1991, l’Albania aveva solo 3.000 auto ogni 3 milioni di abitanti. Di fatti, durante il regime comunista solo i membri del Partito potevano possedere una macchina.
  • Nel 1995, il governo albanese introdusse una tassa sui semafori che i conducenti di Scutari si rifiutarono di pagare poiché la consideravano assurda. Il motivo? Non ci sono semafori a Scutari!
  • È dal XV secolo che gli albanesi hanno un codice d’onore – la Besa. Essa si riferisce al concetto di mantenere una promessa ed è una delle caratteristiche più importanti della cultura del popolo albanese.
  • Gli albanesi sono incredibilmente superstiziosi: vedono in tutto dei segni premonitori.
  • Se vi fate tagliare i capelli in Albania, non sorprendetevi se alla fine del taglio ricevete uno schiaffo in testa: per gli albanesi è un gesto amichevole, è come un augurio di buona salute.

L’ALFABETO ALBANESE

Le più antiche testimonianze di albanese scritto risalgono al XIV secolo e sono in molti alfabeti diversi. Esse provengono dalla regione di Gheg e si basano sull’italiano o sul greco. Originariamente, il dialetto Tosk era scritto in alfabeto greco e mentre quello Gheg in alfabeto latino. Entrambi i dialetti sono stati scritti utilizzando anche l’alfabeto turco-ottomano, il quale era in uso durante l’Impero ottomano, il cirillico e alcuni alfabeti locali. Gli scrittori dell’Albania settentrionale, i quali erano influenzati della Chiesa cattolica, utilizzavano l’alfabeto latino. Quelli dell’Albania meridionale invece, influenzati dalla Chiesa greco-ortodossa, scrivevano utilizzando l’alfabeto greco. Infine, il resto dell’Albania, che era sotto l’influenza dell’Islam, utilizzava la scrittura araba. Tuttavia, ci furono dei tentativi di creare un alfabeto albanese unico tra il 1750 e il 1850. In questi cento anni, l’Albania era caratterizzata da una sorprendente diversità ortografica; erano utilizzati almeno dieci alfabeti differenti, un record per una lingua europea. Al giorno d’oggi, l’alfabeto utilizzato in albanese è quello latino ed è composto da 36 lettere (7 vocali e 29 consonanti). Esso è una delle due versioni approvate dal congresso di Manastir del novembre del 1908, il quale fu organizzato da intellettuali albanesi. All’alfabeto latino sono state aggiunte le lettere ë e ç e dieci digrafi(dh, th, xh, gj, nj, ng, ll, rr, zh e sh). L’alfabeto albanese non contiene la lettera w.

QUANTO È DIFFICILE L’ALBANESE?

Sono diversi i fattori che possono facilitare o ostacolare il processo di apprendimento di una determinata lingua. Alcuni di essi sono la disponibilità di risorse didattiche, la lingua madre dello studente, l’esposizione alla lingua straniera, nonché le sue caratteristiche, ossia la struttura grammaticale, la pronuncia, l’alfabeto, ecc. Spesso, le lingue considerate difficili sono quelle con complesse strutture grammaticali e l’albanese è una di queste.

Essa è una lingua di livello 2, come ad esempio anche l’ungherese, l’ucraino, l’hindi, il malese, ecc. L’albanese è quindi difficile da imparare ma, sicuramente, non è tanto complicato quanto l’arabo o il cinese, ma neanche tanto facile quanto lo svedese, il portoghese o lo spagnolo. Tuttavia, in confronto ad altre lingue della stessa categoria, l’albanese è relativamente semplice.

DOVE E IN QUANTI PARLANO ALBANESE?

Il numero di individui che parla albanese nel mondo si aggira attorno agli 8-10 milioni. Sono relativamente pochi, solo 3,3 milioni, quelli che vivono in Albania, mentre sono 2,2 milioni coloro che abitano in Kosovo. Un numero relativamente alto di parlanti di albanese si possono trovare anche nella Macedonia settentrionale e in Grecia. L’emigrazione albanese iniziò nel XV secolo e, al giorno d’oggi, il numero di albanesi che non vive in Albania è maggiore di quelli che ci vivono. Le maggiori comunità si trovano in Italia, Argentina, Romania, Croazia, Turchia, Scandinavia, Germania, Svizzera e Stati Uniti. Ma sono comunità importanti anche quelle che si trovano in Australia, Brasile, Canada, Francia, Belgio, Nuova Zelanda e Regno Unito. A causa dell’alto tasso di disoccupazione del paese, la diaspora albanese è in continua crescita.

I NOSTRI INTERPRETI E TRADUTTORI DI ALBANESE

Il team di traduttori e interpreti di albanese di Skrivanek fornisce sia traduzioni di documenti standard che traduzioni tecniche complesse, come anche traduzioni certificate da un notaio. L’agenzia di traduzione Skrivanek si occupa anche della correzione di bozze e del miglioramento stilistico dei testi in albanese, della creazione di contenuti SEO e dell’adattamento dei testi al mercato e alla mentalità albanese. I nostri linguisti specializzati saranno lieti di fornire informazioni sulle differenze culturali, su come lavorare con i partner commerciali, sulla storia e sulle tradizioni albanesi. Più spesso, le aziende nostre clienti ci richiedono traduzioni da e verso l’albanese di siti web e contenuti per l’e-commerce, adattamento di slogan pubblicitari, accordi di collaborazione, legislazioni, sentenze giudiziarie e documentazione commerciale. Offriamo anche servizi di interpretazione consecutiva di incontri commerciali o di altro tipo, in occasione di conferenze o di altri eventi, su Zoom o altre piattaforme online. Per i privati, eseguiamo traduzioni da e verso l’albanese di documenti di riconoscimento, certificati di matrimonio, certificati di nascita, documenti relativi all’istruzione o alla formazione, passaporti, documentazione medica, ecc.

L’ALBANESE NEL COMMERCIO

In Albania, la maggior parte dei funzionari pubblici parla inglese o un’altra lingua europea tra francese, italiano, tedesco o greco. Purtroppo, nel privato la situazione è spesso diversa: gli imprenditori albanesi, nonostante parlino quasi sempre una lingua straniera che spesso è una tra l’inglese e l’italiano, preferiscono parlare nella loro lingua madre. Perciò gli interpreti sono molto impiegati in tutti i tipi di incontri, a volte anche in qualità di assistenti o di segretari. In Albania il contratto è orale e/o scritto. Questo popolo non ama produrre troppi documenti e cerca di mantenere le cose semplici. Inoltre, nelle aziende private la stessa persona può essere il manager, il segretario, il contabile e l’autista. La maggior parte dei giovani albanesi (fino a 35 anni) parla bene l’inglese e spesso anche altre lingue, soprattutto l’italiano.

Fuori dall’Albania, l’albanese non è utilizzato come lingua commerciale. Tuttavia, è importante averne una conoscenza almeno basica nel caso in cui si abbia il desiderio e l’opportunità di sviluppare il proprio business in Albania.

ENVER HOXHA

Si sa relativamente poco dell’Albania, ma l’interesse verso questa nazione continua a crescere, da un punto di vista sia culturale che turistico. Per quanto riguarda quest’ultimo, se si decide di visitare l’Albania, sarà impossibile non notare le tracce lasciate dal regno di Enver Hoxha nella politica, nell’architettura, nella mentalità, nella religione, e nella storia albanese.

Ma chi fu questo Enver Hoxha? Egli fu il fondatore nonché leader della Repubblica Popolare d’Albania e il segretario del Partito del lavoro d’Albania. È stato inoltre primo ministro dell’Albania dal 1944 al 1954 e ministro degli Esteri dal 1946 al 1953. Egli impose l’isolamento economico dal resto d’Europa, abolì tutte le religioni e stabilì un rigido controllo statale sulla popolazione. Osservando l’Albania, si può capire che, durante gli anni di Hoxha, gli albanesi si sono inspirati alla Corea del Nord in molti settori. Le ragioni di ciò sono da cercare nella profonda devozione per la dittatura e per il protezionismo che il grande Enver Hoxha insegnò al popolo nel corso del suo regno, il quale durò da dopo la Seconda guerra mondiale fino alla metà degli anni ‘80. In questo periodo, egli distrusse gradualmente tutte le relazioni economiche e diplomatiche tra l’Albania e l’Unione Sovietica, la Cina e le repubbliche iugoslave. Così, alla fine della sua era, che coincise con la sua morte nel 1985, l’Albania era completamente isolata dal resto del mondo; Non conosceva né l’est comunista né l’ovest capitalista. Sebbene nel 1991 si siano tenute le prime elezioni multipartitiche, la maggioranza della popolazione votò comunque il Partito comunista per paura. Coalizioni multipartitiche iniziarono a formarsi solo molti anni dopo. Per decenni, il dittatore Hoxha cercò di convincere la popolazione di vivere in uno dei paesi più sviluppati e felici del mondo. Lo Stato era presente in ogni possibile aspetto della vita delle persone, compresa quella privata. Quest’interferenza arrivò a livelli assurdi: erano vietati rituali religiosi, cani, gatti, telefonate all’estero, macchine private, portare la barba, ecc. Si dice che perfino i binari del treno finissero al confine. Le cose permesse erano poche, tuttavia di fatto obbligatorie. Hoxha era noto per le sue forti idee politiche che mise in pratica. Per esempio, ha definito l’Albania il primo Paese ateo del mondo. Secondo i dati ufficiali, la maggioranza della popolazione è di religione islamica, ma solo il 5% di essi è realmente praticante. Di fatti, sotto l’influenza di Hoxha, l’Albania è oggi diventata una delle poche nazioni in cui religioni differenti coesistono pacificamente. Esse si supportano perfino l’un l’altra. Negli anni ‘70 e ‘80, a causa di conflitti territoriali con i paesi confinanti e di una paura paranoica di minacce di attacco ingiustificate, Hoxha ordinò l’edificazione di bunker in tutta l’Albania. Il piano iniziale ne prevedeva 222.000, ma alla fine ne furono costruiti solo 174.000. Durante la loro costruzione morirono molti operai, a cui sono dedicate delle placche commemorative che si trovano su queste strutture. Questi bunker si trovano ovunque in Albania e sono di tutte le dimensioni. Questo è sicuramente il paese che ne ha di più al mondo. Entrando nella nazione, si ha la sensazione di entrare in un complesso militare segreto o nel set di un film di guerra hollywoodiano: queste particolari strutture architettoniche spuntano da tutte le parti. Naturalmente, nelle città essi non sono molto visibili, ma gli spazi verdi che si trovano nei confini con le altre nazioni ne sono letteralmente infestati. Questi bunker si trovano anche nei lati delle strade, nei cortili, nei giardini e nei parchi: ovunque il nemico potrebbe improvvisamente arrivare. Secondo le statistiche, in Albania ci sono circa 24 bunker per chilometro quadrato. Questo dato è ridicolo e tragico allo stesso tempo, dato che questo assolutamente inutile programma di costruzione di bunker non ha fatto altro che indebolire l’economia della nazione, andando a sprecare grandi risorse di cui la nazione sentì la mancanza nei decenni successivi. Di fatti, i cittadini si videro costretti a vivere in un’austerità inimmaginabile: successe addirittura che per un breve periodo ebbero accesso all’elettricità solo tre volte al giorno. Lo stato interruppe la manutenzione del sistema di bunker solo nel 1990. Alcuni sono ancora oggi utilizzati come riparo, magazzino o lavanderia, altri sono stati trasformati in bar, mentre altri ancora sono stati semplicemente abbandonati.

SERVIZI CHE FORNIAMO PIÙ SPESSO DA/VERSO L’ALBANESE:

COMBINAZIONI LINGUISTICHE:

Da lettone a albanese; da albanese a lettone; da estone a albanese; da albanese a estone; da lituano a albanese; da albanese a lituano; da russo a albanese; da ceco a albanese; da albanese a ceco; da polacco a albanese; da albanese a polacco; da ucraino a albanese; da albanese a ucraino; da albanese a spagnolo; spagnolo a albanese; tedesco a albanese; albanese a tedesco; italiano a albanese; albanese a italiano; francese a albanese; albanese a francese; danese a albanese; albanese a danese; norvegese a albanese; albanese a norvegese; svedese a albanese; albanese a svedese; finlandese a albanese; albanese a finlandese e altri.

SERVIZI CHE FORNIAMO PIÙ SPESSO DA/VERSO L’ALBANESE:

COMBINAZIONI LINGUISTICHE:

Da lettone a albanese; da albanese a lettone; da estone a albanese; da albanese a estone; da lituano a albanese; da albanese a lituano; da russo a albanese; da ceco a albanese; da albanese a ceco; da polacco a albanese; da albanese a polacco; da ucraino a albanese; da albanese a ucraino; da albanese a spagnolo; spagnolo a albanese; tedesco a albanese; albanese a tedesco; italiano a albanese; albanese a italiano; francese a albanese; albanese a francese; danese a albanese; albanese a danese; norvegese a albanese; albanese a norvegese; svedese a albanese; albanese a svedese; finlandese a albanese; albanese a finlandese e altri.