Scroll Top
Lāčplēša iela 87C, Riga, Lettonia

Traduzioni e altri servizi linguistici in lingua polacca

1

TRADUZIONI DA E VERSO IL POLACCO

QUANTO COSTANO LE TRADUZIONI DA E VERSO IL POLACCO?

Il costo delle traduzioni in polacco viene calcolato singolarmente per ogni ordine tenendo conto delle sue caratteristiche. Ad esempio, il prezzo dei servizi di interpretazione consecutiva e simultanea dipende dalla durata del servizio, dal luogo dell’evento, dalle spese di viaggio, dalla diaria. In particolare, per il servizio di interpretazione consecutiva, vengono conteggiate delle spese aggiuntive per il supporto tecnico, le quali dipendono, tra gli altri, dal numero di partecipanti all’evento, ecc. Il prezzo delle traduzioni scritte dipende invece dal contenuto e dalla leggibilità del materiale, dal termine di consegna, dalle ripetizioni presenti nel testo, dalla complessità e formattazione delle immagini e della grafica, dalla revisione e da altri servizi richiesti dal cliente.

È DISPONIBILE IL LISTINO PREZZI?

Naturalmente. Il listino prezzi dei servizi di traduzione scritta, come anche quelli di interpretazione, di localizzazione e di adattamento da e verso il polacco è parte integrante dell’accordo di cooperazione che stipuliamo con in nostri clienti. Prima di iniziare il progetto di traduzione, i project manager di Skrivanek Baltic forniscono sempre informazioni sul prezzo dell’ordine. Il preventivo è pronto in circa 30 minuti. Per quanto riguarda le traduzioni scritte, parametri come il numero di parole e di ripetizioni del testo di partenza e la complessità dell’elemento grafico concorrono alla definizione del prezzo finale. Volete sapere quanto costa la vostra traduzione? Mandateci il materiale da tradurre e vi proporremo un prezzo personalizzato.

Avete bisogno di un servizio di traduzione da/verso il polacco? O di una combinazione tra un servizio di traduzione e uno commerciale correlato? Contattate Skrivanek Baltic oggi stesso per ricevere un preventivo gratuito! Forniamo i seguenti servizi in lingua polacca:

  • Traduzione di documenti in polacco
  • Interpretazione simultanea in polacco
  • Validazione linguistica di traduzioni in polacco
  • Interpretazione consecutiva in polacco
  • Trascrizione in polacco
  • Grafica e composizione tipografica in polacco
  • Servizi di voice over e di sottotitolaggio in polacco
  • Servizi di selezione di staff polacco
  • Marketing multiculturale in polacco
  • Gestione di documenti in polacco
  • Servizi di deposizione in polacco
  • Servizi di data room virtuali in polacco
  • Supporto per l’e-learning in polacco

Cercate un servizio linguistico in polacco? Prepareremo il servizio giusto per voi e vi consulteremo sull’argomento di vostro interesse.

---
  • ---
  • Sono già cliente di Skrivanek
  • Tramite ricerca Google
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Pubblicità esterna (cartelloni pubblicitari, ecc.)
  • Fiera
  • Amici/conoscenti
  • Quotidiani, giornali, riviste, ecc.
 

Qualità e riservatezza garantite dai certificati ISO

I nostri project manager parlano lettone, russo, inglese, tedesco e polacco

Il 99% dei clienti riceve un’offerta di prezzo in meno di 15 minuti

Più di 3000 professionisti della lingua e madrelingua

Oltre il 98% dei nostri clienti ci consiglierebbe ai loro amici e partner

Traduciamo ogni anno più di 16 milioni di parole

ALCUNI FATTI INTERESSANTI SULLA LINGUA POLACCA

I dialetti del polacco sono divisi in due gruppi. Il primo gruppo è quello dei dialetti lechitici orientali ed è a sua volta composto da 4 dialetti: il polacco maggiore, il polacco minore, il mazoviano e il slesiano. Il secondo gruppo è quello dei dialetti lechitici occidentali (costieri), il quale comprende il casciubo, considerato una lingua a sé stante. Oggigiorno, il dialetto slesiano è molto diffuso ed è utilizzato non non soltanto dagli abitanti dei villaggi polacchi. Il casciubo è invece più che altro una lingua regionale.

In base al suo status e alla sua diffusione, il polacco ha avuto il seguente sviluppo:

  1. il polacco antico (dal XVI secolo fino alla creazione della lingua polacca comune);
  2. dal XVII secolo alla metà del XIX secolo (insieme alla diffusione e alla standardizzazione del polacco letterario);
  3. la nuova lingua polacca (frutto della cultura linguistica polacca e della diffusione della lingua in tutte le classi sociali);
  4. la lingua contemporanea (dopo la seconda guerra mondiale e il recupero dello status di lingua di Stato).
  • Il polacco come lingua a sé stante ha iniziato a formarsi nel X secolo. Il polacco conta circa 140.000 parole. Come tutte le lingue slave, il polacco è ricco di diminutivi, i quali aiutano a creare diverse espressioni.
  • Chicago è considerata la sede della più grande minoranza polacca degli Stati Uniti.
  • La lingua polacca ha un numero record di parole, per esempio: szczęście (fortuna), źdźbło (stelo d’erba), pszczoła (ape), ecc. Ciò è una vera sfida per gli studenti della lingua. Il Polacco è sicuramente una delle lingue più difficili del mondo; non a caso è molto diffusa la maglietta con la stampa “I speak Polish. What’s your superpower?” (Io parlo polacco, qual è il tuo super potere?)
  • La lingua polacca ha molte coppie di lettere che corrispondono a un unico fonema. In linguistica si dicono digrammi (in polacco: dwuznaki) e sono: cz, ch, sz, rz, dz, dż e dź. Questa caratteristica fonetica della lingua rende le parole particolarmente complicate da pronunciare ed è per questo che il polacco è considerato una delle lingue del mondo più difficili da imparare.
  • In realtà, i polacchi pronunciano Łódź, una città della Polonia, come Vudža e non Lodz o Lodza, come si pronuncia di solito in italiano e in lettone rispettivamente.
  • Frederick Chopin, uno dei più famosi musicisti polacchi e del mondo di tutti i tempi, nonché compositore e interprete di musica per pianoforte, è l’orgoglio della Polonia. Si dice che il suo cuore sia sepolto nella chiesa della Santa Croce a Varsavia. Sempre in questa città si trovano alcune panche che suonano frammenti di composizioni di Chopin.
  • Il famoso astronomo Niccolò Copernico nacque nel XVI secolo a Toruń.
  • Se siete in Polonia e volete regalare a qualcuno dei fiori, assicuratevi di dargliene un numero dispari e di evitare fiori culturalmente connotati, come ad esempio i crisantemi gialli, i quali sono usati per decorare le tombe, oppure fiori rossi e bianchi come gigli e garofani
  • Controllando circa il 70% del mercato mondiale, la Polonia è il maggiore esportatore di ambra del mondo.
  • In Polonia vivono gli animali più pesanti d’Europa. Con un peso medio di oltre 600 kg, il bisonte europeo è l’animale terrestre più pesante d’Europa. È possibile vederli scorrazzare nei 150.000 ettari della Foresta di Białowieża in Polonia. Essa è l’ultima foresta primaria in Europa ed è diffusa in tutto il continente.
  • Marie Curie, la donna che scoprì il polonio (nome dato in onore al suo luogo di nascita, la Polonia) e il radio, non era francese, ma polacca. Di fatti, prima di sposare il francese Pierre Curie, il suo nome era Marie Salomea Skłodowska. È stata la prima donna a ricevere due volte il premio Nobel e li ricevette in due diversi rami della scienza.
  • In Polonia è ancora diffuso baciare le mani alle signore; gli uomini polacchi ancora oggi amano attenersi al “codice cavalleresco”.

L’ALFABETO POLACCO

L’alfabeto polacco si basa sull’alfabeto latino e al giorno d’oggi è composto da 32 lettere: Aa, Ąą, Bb, Cc, Ćć, Dd, Ee, Ęę, Ff, Gg, Hh, Ii, Jj, Kk, Ll, Łł, Mm, Nn, Ńń, Oo, Óó, Pp, Rr, Ss, Śś, Tt, Uu, Ww, Yy, Zz, Ź, Żż e Qq, Vv e Xx sono utilizzate solo nelle parole straniere. Il polacco letterario ha otto vocali – a, o, u (ortograficamente ó), e, i, y, ę (e nasale), ą (o nasale) senza differenze di lunghezza – e le seguenti consonanti: b, c, cz, ć, d, dz, dż, f, g, h (ortograficamente ch), j, k, l, ł, m, n, ń, p, r, s, sz, ś, t, w, z, ż (ortograficamente rz), ź.

QUANTO È COMPLESSA LA LINGUA POLACCA?

Il polacco è una delle lingue più difficili al mondo. Essa si trova al quinto posto dopo il mandarino, l’arabo, il telugu e il giapponese. Anche se la scrittura polacca usa lettere che derivano dall’alfabeto latino, sono necessarie delle lettere aggiuntive per rendere la fonetica, le caratteristiche grammaticali, le consonanti e le catene di dittonghi presenti nelle parole, cosa rara in altre lingue. Sono necessarie come minimo 44 settimane o 1.100 ore di studio per riuscire ad intrattenere semplici conversazioni in polacco.

Nell’apprendimento di questa lingua, la prima vera sfida è la pronuncia, soprattutto di quelle parole che hanno catene di dittonghi, come ad esempio: bezwzględny (spietato). Un fonema è solitamente contrassegnato da una coppia di lettere, ma a volte può essere anche indicato da gruppi di tre lettere. Come se non bastasse, ci si mette anche la grammatica a complicare l’apprendimento di questa lingua, essendo essa caratterizzata da 3 generi grammaticali, 7 casi e dalla necessità di coniugare i verbi.

DOVE E QUANTE PERSONE PARLANO POLACCO?

Il polacco è la lingua madre di più di 50 milioni di persone in tutto il mondo. 38 milioni di essi vive in Polonia, 12 milioni nei Paesi europei e 8 milioni in altre parti del mondo (Stati Uniti, Canada, Australia). Esso è quindi utilizzato principalmente in Polonia ed è la lingua madre dei suoi cittadini. Il polacco è la lingua ufficiale di questa nazione, nonché la lingua della diaspora polacca nell’Europa centrale e orientale, nelle nazioni europee, negli Stati uniti, in Australia e in Sudafrica. Sono circa 20 milioni gli individui di origine polacca che non vivono in Polonia, rendendo la diaspora polacca una delle più grandi del mondo. Le maggiori minoranze polacche si trovano in Bielorussia, Ucraina e Lituania. Tuttavia, molti polacchi vivono e usano il polacco anche in Lettonia, Regno Unito, Romania, Repubblica Ceca, Russia, Brasile, Argentina, Stati Uniti d’America, Canada, Germania, Francia, Australia, Irlanda e Israele.

I NOSTRI TRADUTTORI E INTERPRETI DI POLACCO

A Skrivanek Baltic, il team di traduttori e interpreti di polacco fornisce sia traduzioni scritte di documenti standard che traduzioni tecniche più complesse, come anche traduzioni certificate da un notaio. Offriamo anche servizi di editing e di correzione stilistica di testi in polacco, come anche di creazione di contenuti SEO adatti al mercato e alla mentalità polacca. I nostri linguisti specializzati in polacco possono informarvi sulle differenze culturali, sul comportamento da tenere con i vostri partner commerciali polacchi, ma anche sulla storia e sulle tradizioni di questa nazione. Per le aziende nostre clienti ci occupiamo spesso di tradurre siti web e contenuti per l’e-commerce, di adattare slogan pubblicitari, di tradurre accordi di cooperazione, atti legislativi, sentenze e documentazione commerciale da e verso il polacco. Offriamo anche servizi di interpretazione consecutiva di incontri commerciali o di altro tipo, conferenze o altri eventi su Zoom o altre piattaforme online. Per i privati offriamo traduzioni di documenti d’identità, di certificati di matrimonio, di certificati di nascita, di documenti relativi all’istruzione o alla formazione, di passaporti, di documentazione medica, e di tanto altro.

IL POLACCO NEL COMMERCIO

Nel mondo del degli affari, la comunicazione è probabilmente l’aspetto più importante. Tuttavia, quando ci si trova nella propria nazione, dato che ci relazioniamo solo con individui della nostra stessa cultura, la si dà spesso per scontata. Per iniziare un’attività all’estero, è necessario considerare non soltanto la lingua e la cultura della nazione straniera, ma anche le caratteristiche della comunicazione e del comportamento da tenere. Trovandosi al centro dell’Europa, in una posizione strategica, la Polonia è il posto ideale dove investire per tutte quelle attività che vogliono esportare i loro prodotti sia in oriente che in occidente. La Polonia è tra i paesi del mondo più stabili e in crescita da un punto di vista economico. Essa si posiziona al 15° posto tra i migliori paesi in cui iniziare un’attività imprenditoriale. La sua situazione economica è stabile e continua ad esserlo. Attualmente, c’è grande interesse nell’iniziare nuove attività negli ambiti della ristorazione, dei servizi di consulenza, sopratutto di consulenza commerciale, dei negozi online, dell’organizzazione di eventi, di servizi IT e del sociale. Ma come avvengono gli incontri commerciali in Polonia? Gli uomini d’affari polacchi sono solitamente formali e taciturni, quindi nel primo incontro saranno probabilmente poco espansivi. Essi sono abbastanza diretti e parlano subito delle possibili opportunità di cooperazione future. Non aspettatevi battute durante il primo incontro; esse sono solo per gli eventi sociali. Di solito, I polacchi parlano a bassa voce, ma sono determinati e decisi. Possiedono qualifiche elevate, sono ben istruiti e sono uomini d’affari molto competenti. Il polacco è la lingua ufficiale dello stato ma, dato che la Polonia confina con molte altre nazioni, la maggior parte dei polacchi parla anche altre lingue. Quelle più popolari sono il russo, il tedesco e l’inglese. Anche se molti polacchi parlano bene l’inglese, vale la pena imparare qualche frase e parola in polacco per dare una buona impressione. Questo garantirà la firma di un accordo di cooperazione e l’inizio della propria attività in Polonia. È importante ricordare che i polacchi considerano la famiglia molto importante e sono restii a parlare di lavoro al di fuori dell’orario ad esso dedicato, che solitamente va dalle 8:00 alle 16:00. La Polonia è un paese molto burocratico, dove lo status di una persona è ancora significativo.

Dato che la maggior parte degli esperti di lingua polacca vive in Polonia, il polacco sarà raramente utilizzato in ambito commerciale in altre nazioni.

I POLACCHI IN LETTONIA

La minoranza polacca in Lettonia è composta da circa 45.584 individui ed è il 2,3% della popolazione. Alcuni vivono nelle città di Daugavpils, Riga e Jelgava, ma anche nella municipalità di Daugavpils e di Krāslava. È dal XVII secolo che l’etnia polacca vive nell’attuale territorio della Lettonia. In “Latvju dainās” (“Canti dei lettoni”) di Krišjānis Barons ci sono 173 canti popolari diversi contenenti il lessema “poļi” (polacchi), e nell’Archivio del folklore lettone dell’Istituto di letteratura, folklore e arte dell’Università della Lituania è possibile trovare 205 canzoni popolari diverse che hanno i polacchi come soggetto. Per di più, la maggior parte di queste canzoni sono originarie della Letgallia (43%) e della Curlandia. Alcune delle canzoni popolari lettoni sui polacchi sono state composte in memoria dei soldati russi-polacchi o come canzoni satiriche. Oggigiorno, i polacchi e i lettoni hanno contatti stabili in tutti i settori e su tutti i livelli. Le aree in cui la cooperazione fra le due nazioni è più attiva sono quelle della protezione, degli affari interni, dello sviluppo regionale, dell’istruzione e della cultura. Avendo un elevato potenziale, una delle priorità è lo stabilimento di contatti economici e tra mercati. La Lettonia è quindi interessata a continuare a sviluppare questi contatti e a rafforzarli bilateralmente nella regione del mar Baltico, nell’Unione Europea, nella NATO, nonché nelle organizzazioni internazionali, tra cui anche l’ONU. Inoltre, nei settori dell’educazione e della cultura, la cooperazione tra Polonia e Lettonia è molto variegata e la diaspora polacca nel paese baltico ha un ruolo significativo nel rafforzamento della cooperazione tra i due Paesi. Sono circa 46mila i polacchi che vivono in Lettonia, pari al 2,3% della popolazione totale. L’Unione lettone dei polacchi e il Centro di cultura polacca a Daugavpils sono molto attivi e lavorano per radunare una comunità di rappresentanti dei polacchi che vivono in Lettonia e di appassionati della cultura polacca. Il programma culturale e di cooperazione tra Lettonia e Polonia prevede delle borse di studio bilaterali per studio, ricerca e partecipazione in scuole estive, cooperazione nelle questioni riguardanti la minoranza polacca in Lettonia, come anche programmi di scambio per esperti di lingua e cultura polacca e per esperti di lingua, cultura e letteratura lettone. In Lettonia, sono molteplici gli istituti di istruzione che garantiscono dei percorsi formativi volti ad aiutare gli studenti a conoscere la lingua e cultura polacca:

  • Scuola elementare polacca Krāslava, che prende il nome dalla famiglia del conte Plāteris;
  • Scuola secondaria polacca di Riga Ita Kozakēviča;
  • Liceo polacco J. Piłsudski della municipalità rurale di Daugavpils;
  • Liceo polacco della municipalità rurale di Rēzekne.

La Polonia fornisce regolarmente supporto sia tecnico che finanziario per la gestione delle scuole lettoni, invia professori dalla Polonia e organizza delle opportunità di scambio professionale per gli insegnanti della Lettonia. Tra Lettonia e Polonia è attiva anche la cooperazione nell’ambito dell’istruzione superiore. Diverse università della Lettonia, tra cui l’Università della Lettonia, l’Università Lettone di Scienze e Tecnologie della Vita, l’Accademia d’arte della Lettonia, hanno stipulato accordi di cooperazione e accordi di scambio per studenti e professori con università polacche. Inoltre, Lettonia e Polonia cooperano attivamente anche nel settore della cultura. Gli artisti delle due nazioni partecipano con regolarità ai festival e ai concerti organizzati da entrambi i paesi e i collettivi musicali della Lettonia collaborano con i direttori d’orchestra polacchi. Grazie alla solida cooperazione tra le Case degli Scrittori Internazionali e Traduttori e la Polonia, le prime sono spesso oggetto di visita di scrittori, poeti e traduttori polacchi. In aggiunta, la Biblioteca nazionale di Varsavia, la Biblioteca polacca del Sejm e la Biblioteca della Pomeriana di Stettino sono tutte parte di una cooperazione a lungo termine con la Biblioteca nazionale della Lettonia. Oltre a ciò, il Centro lettone per l’arte contemporanea, il Museo Etnografico all’aperto della Lettonia, l’Associazione dei Musei della Memoria della Lettonia e il Museo lettone di storia nazionale realizzano regolarmente progetti coinvolgendo rappresentanti polacchi. Per di più, la Lettonia riceve anche un discreto supporto dalla Polonia per la manutenzione del proprio patrimonio culturale. Di fatti, è frutto della collaborazione tra Polonia e Lettonia la ricostruzione dell’abbazia di Pasiene che, insieme alla chiesa cattolica romana di S. Domenico, è uno degli edifici in stile barocco polacco o barocco europeo orientale più belli e noti della Letgallia e della Lettonia in generale. È dal 1999 che la chiesa si trova nella lista dei beni appartenenti al patrimonio culturale europeo. ln aggiunta, il restauro del murale della chiesa cattolica romana S. Louis di Krāslava, che è durato diversi anni, è stato svolto da esperti di restauro polacchi che si sono occupati della parte pratica. Il governo polacco si è fatto anche carico delle spese di restauro, nonché del restauro dell’altare laterale. Sono opera del governo polacco anche la restaurazione degli affreschi della chiesa cattolica romana di Piedruja. L’Ambasciata polacca in Lettonia è stata inaugurata il 12 novembre 1991. Diciotto anni fa, l’attuale ambasciatrice polacca in Lettonia, Monika Michaliszyn, lavorava presso l’Accademia lettone di cultura mentre, allo stesso tempo, gestiva il corso di studi relativo alle relazioni interculturali tra Polonia e Lettonia. Una volta tornata alla sua terra natia, iniziò a insegnare lingua e cultura lettone presso l’Università di Varsavia.

I NOSTRI SERVIZI IN LINGUA POLACCA PIÙ RICHIESTI:

COMBINAZIONI LINGUISTICHE:

Da lettone a polacco; da polacco a lettone; da estone a polacco; da polacco a estone; da lituano a polacco; da russo a polacco; da polacco a russo; da ceco a polacco; da ucraino a polacco; da polacco a ucraino; da inglese a polacco; da polacco a inglese; da polacco a spagnolo; da spagnolo a polacco; da tedesco a polacco; da polacco a tedesco; da italiano a polacco; da polacco a italiano; da francese a polacco; da polacco a francese; da danese a polacco; da polacco a danese; da norvegese a polacco; da polacco a norvegese; da svedese a polacco; da polacco a svedese; da finlandese a polacco; da polacco a finlandese e tante altre.

I NOSTRI SERVIZI IN LINGUA POLACCA PIÙ RICHIESTI:

COMBINAZIONI LINGUISTICHE:

Da lettone a polacco; da polacco a lettone; da estone a polacco; da polacco a estone; da lituano a polacco; da russo a polacco; da polacco a russo; da ceco a polacco; da ucraino a polacco; da polacco a ucraino; da inglese a polacco; da polacco a inglese; da polacco a spagnolo; da spagnolo a polacco; da tedesco a polacco; da polacco a tedesco; da italiano a polacco; da polacco a italiano; da francese a polacco; da polacco a francese; da danese a polacco; da polacco a danese; da norvegese a polacco; da polacco a norvegese; da svedese a polacco; da polacco a svedese; da finlandese a polacco; da polacco a finlandese e tante altre.