Scroll Top
Lāčplēša iela 87C, Riga, Lettonia

Traduzioni e altri servizi linguistici in lingua olandese

1

TRADUZIONI DA E VERSO L’OLANDESE

QUANTO COSTANO LE TRADUZIONI DA E VERSO L’OLANDESE?

Il prezzo per i servizi di traduzione da/verso l’olandese viene stabilito singolarmente per ogni ordine e dipende da diversi fattori, i quali variano a seconda dei bisogni e delle richieste del cliente. Il costo dei servizi di interpretazione consecutiva è calcolato tenendo conto della durata dell’impiego e della combinazione linguistica in cui esso viene svolto. Per quanto riguarda i servizi di traduzione scritta, i fattori che concorrono a determinarne il prezzo sono la quantità di materiale da tradurre, il formato del testo, le scadenze, la settorialità del contenuto del testo, le ripetizioni, l’elemento grafico, la revisione e qualsiasi altro servizio richiesto dal cliente, come ad esempio la certificazione notarile.

È DISPONIBILE IL LISTINO PREZZI?

Sì, il listino prezzi relativo ai servizi di traduzione e interpretazione (simultanea e consecutiva) da/verso l’olandese è incluso nell’accordo di collaborazione che stipuliamo con i nostri clienti. Prima di realizzare il progetto, forniamo sempre una descrizione del prezzo del servizio. Il costo è diverso per ogni progetto ed è calcolato sulla base del listino prezzi in vigore di Skrivanek, il quale tiene conto, tra gli altri, del numero delle parole nel testo di partenza e delle ripetizioni. Volete sapere quanto costa tradurre i vostri documenti? Mandateci un’e-mail con il materiale da tradurre e i nostri project manager vi contatteranno per concordare la soluzione più adatta.

Avete bisogno di un servizio di traduzione da/verso l’olandese? O di una combinazione tra un servizio di traduzione e uno commerciale correlato? Contattate Skrivanek Baltic oggi stesso per ricevere un preventivo gratuito! Forniamo i seguenti servizi in lingua olandese:

  • Traduzione di documenti in olandese
  • Interpretazione simultanea in olandese
  • Validazione linguistica di traduzioni in olandese
  • Interpretazione consecutiva in olandese
  • Trascrizione in olandese
  • Grafica e composizione tipografica in olandese
  • Servizi di voice over e di sottotitolaggio in olandese
  • Servizi di selezione di staff olandese
  • Marketing multiculturale in olandese
  • Gestione di documenti in olandese
  • Servizi di deposizione in olandese
  • Servizi di data room virtuali in olandese
  • Supporto per l’e-learning in olandese

Cercate un servizio linguistico in olandese? Prepareremo il servizio giusto per voi e vi consulteremo sull’argomento di vostro interesse.

---
  • ---
  • Sono già cliente di Skrivanek
  • Tramite ricerca Google
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Pubblicità esterna (cartelloni pubblicitari, ecc.)
  • Fiera
  • Amici/conoscenti
  • Quotidiani, giornali, riviste, ecc.
 

Qualità e riservatezza garantite dai certificati ISO

I nostri project manager parlano lettone, russo, inglese, tedesco e polacco

Il 99% dei clienti riceve un’offerta di prezzo in meno di 15 minuti

Più di 3000 professionisti della lingua e madrelingua

Oltre il 98% dei nostri clienti ci consiglierebbe ai loro amici e partner

Traduciamo ogni anno più di 16 milioni di parole

ALCUNI FATTI SULLA LINGUA OLANDESE

Le gioie proibite di Amsterdam, i tulipani, i mulini a vento e le persone più alte del mondo: è questo ciò che si pensa quando si sente parlare dell’Olanda.

L’olandese, chiamato neerlandese nei paesi bassi e fiammingo in Belgio, è una lingua germanica che conta circa 23 milioni madrelingua sparsi fra Olanda, Belgio, Suriname, Aruba e nelle ex Antille olandesi. Essa è molto vicina ad altre lingue germaniche occidentali, ossia l’inglese, il frisone occidentale e il tedesco. L’afrikaans si è sviluppato dall’olandese e oggi è considerato una lingua indipendente.

L’olandese è la lingua ufficiale dei Paesi Bassi e ha uno status speciale in Belgio. Inoltre, in Sudamerica, l’olandese continua a essere la lingua ufficiale del Suriname. Essa è anche la lingua ufficiale di Aruba, Curaçao e Sint Maarten, le quali si trovano nella regione del Mar dei Caraibi. Naturalmente, l’olandese è una delle lingue ufficiali dell’Unione europea e dell’Unione delle nazioni sudamericane.

L’olandese è la settima lingua più diffusa in Europa. Essa è una lingua germanica occidentale che ha molti elementi in comune con il tedesco, l’inglese, il danese e lo svedese. Sarà quindi più facile imparare l’olandese per chi conosce già il tedesco.

L’olandese è la 56a lingua più parlata al mondo. In alcune fonti esso è chiamato dialetto olandese, il quale è parlato dalla popolazione delle Fiandre, mentre in altre è detto lingua fiamminga.

Le prime parole in olandese risalgono al XII secolo. Si ritiene che la prima testimonianza scritta di olandese sia un poema scritto su un foglio di carta, il quale dovrebbe risalire al XII secolo. Il testo più famoso in olandese antico si chiama Hebban olla vogala nestas hagunnan, hinase hic enda tu, wat unbidan we nu  (“Tutti gli uccelli hanno iniziato a nidificare, tranne me e te, cosa stiamo aspettando?”). Il manoscritto risale al 1100 circa e fu scritto da un monaco fiammingo nell’abbazia di Rochester (a Kenti, in Inghilterra) ed oggi è conservato ad Oxford.

In olandese, le parole hanno molte consonanti. Essa non è una lingua difficile da imparare, tuttavia anch’essa ha le sue difficoltà. Di fatti, sono molte le parole complicate che, date le tante consonanti di fila, hanno la parvenza di uno scioglilingua. Ad esempio, nella parola angstschreeuw, che significa “urlo di paura”, sono otto le consonanti di fila, mentre in slechtstschrijvend, che significa “peggior scrittura”, ce ne sono nove, ecc.

La parola gezellig non può essere tradotta in nessuna lingua. Nonostante sia una delle parole più utilizzate in olandese, non ha una traduzione letterale in inglese e in molte altre lingue. Essa si usa per descrivere qualcosa che provoca una sensazione di comfort, piacere, o benessere. Per esempio, “Ho passato proprio una bella serata e mi sono seduto per un po’ di gezellig accanto al fuoco”.

In olandese, i sostantivi non hanno casi e la parola più lunga è di 60 lettere, ossia kindercarnavalsoptochtvoorbereidingswerkzaamhedencomitéleden, la quale si riferisce agli accompagnatori che partecipano alle attività preparatorie del corteo di carnevale dei bambini.

È stata citata nel libro dei Guinness World Records 2011 come la parola olandese più lunga. Come si capisce da questo esempio, gli olandesi amano scrivere parole senza inserire spazi. Olandesi e sudafricani si capiscono fra loro, dato che l’afrikaans, ossia una delle lingue del Sud Africa, deriva dall’olandese che era parlato dai colonialisti olandesi. L’afrikaans, una delle lingue del Sudafrica, deriva dall’olandese, parlato dai coloni olandesi. Perciò le due lingue sono più o meno comprensibili dai parlanti dell’altra lingua. Per un olandese è più facile capire l’afrikaans che il contrario.

Proprio come i lettoni, anche gli olandesi amano usare diminutivi, Essi sono presenti in molte lingue e sono delle parole o desinenze utilizzate per esprimere affetto o piccolezza di ciò di cui si sta parlando. In olandese si formano mediante l’aggiunta del suffisso je (o una sua variante) a sostantivi o avverbi.Inoltre, i diminutivi non sono utilizzati solo per esprimere affetto o dimensioni, ma anche per rendere numerabili i sostantivi non numerabili. Per esempio, bier è vuol dire “birra” ma biertje “un bicchiere di birra”.

Quando si traduce in olandese un testo dall’inglese o da altre lingue, il testo di arrivo sarà più lungo di quello di partenza di almeno il 35%. Ciò è dovuto all’uso delle lunghe parole composte che sono comuni in olandese. Questo è un elemento molto importante di cui tenere conto quando si creano contenuti per il marketing digitale o parole chiave per i Google Ads.

La presenza del francese all’interno dell’olandese è molto importante, dato che la maggior parte delle parole olandesi derivano direttamente dalla lingua romanza.

Il dizionario del lettone moderno definisce la lingua sia come olandese che neerlandese. Tuttavia, per promuovere un uso corretto nonché coerente dei nomi delle lingue, durante l’incontro del 29 maggio 2006 del Centro linguistico di stato, mentre venivano valutati i nomi delle lingue e dei gruppi linguistici in lettone, è stato confermato che il nome corretto da utilizzare per riferirsi alla lingua è olandese.

L’ALFABETO OLANDESE

Gli olandesi hanno sempre utilizzato l’alfabeto latino per scrivere. L’alfabeto olandese è composto da 26 lettere latine standard (a cui si aggiunge la legatura“IJ”, che spesso sostituisce la lettera “Y”). Per quanto riguarda i simboli diacritici, in olandese si usano l’accento, la dieresi, l’apostrofo e i macron per allungare le vocali (sono usati raramente). La venticinquesima lettera dell’alfabeto olandese crea confusione in molti; essa può essere scritta come “Y” e a volte come “IJ”. Questa combinazione delle lettere “i” e “j” crea una vocale con un suono simile a quello della “i” della parola inglese “hi”. Tale combinazione è considerata una lettera unica ed è sempre scritta in maiuscolo nel caso in cui si trovi a inizio parola, a inizio frase o nel caso in cui è la prima lettera di un nome proprio. La lettera “y” non esiste nelle parole olandesi originali, ma è utilizzata solo nei prestiti da altre lingue, come baby, derby.

In olandese, tutte le vocali, tranne la “y”, possono essere sia lunghe che brevi e quelle lunghe si formano nei seguenti modi:

  • Due vocali identiche sono scritte l’una accanto all’altra;
  • Ci sono combinazioni di vocali in cui due (o più) vocali vicine vengono pronunciate come un’unica vocale;
  • Le vocali occorrono in sillabe aperte, ossia in sillabe che terminano in vocale.

A differenza delle altre vocali in cui il suono lungo si esprime con un raddoppiamento delle stesse, la [i] lunga si scrive con la combinazione vocalica “i+e”. Solitamente, le combinazioni vocaliche consistono in due o tre vocali differenti che, nella maggior parte dei casi, sono pronunciate come una sola. Nella divisione in sillabe, le combinazioni vocaliche fanno sempre parte della stessa sillaba, in cui faranno parte anche una o più consonanti. In olandese esistono 16 combinazioni vocaliche. In alcune di esse, vocali differenti sono pronunciate come una, ma in altre non è così semplice. La cosa più importante da ricordare è che tutte le 16 combinazioni sono costanti, quindi vanno imparate a memoria. Inoltre, bisogna anche ricordarsi che se due vocali che non fanno parte di una delle combinazioni vocaliche costanti occorrono una a fianco all’altra, allora creano due sillabe diverse (di cui faranno parte anche una o più consonanti). In olandese, le combinazioni di vocali costanti sono le seguenti: aai, ae, ai, au, eeu(w), ei, eu, ie, ieu(w), ij, oe, ou, oi, ooi, oei e ui. La lettera “e” ha due caratteristiche particolari che la rendono diversa dalle altre vocali, ossia:

  • Se non è accentata, allora non viene pronunciata;
  • La doppia “e”, o “ee”, è l’unica vocale doppia che può trovarsi a fine parola.

La pronuncia delle consonanti è praticamente identica a quella dell’inglese: b, c, d, f, h, k, l, m, n, p, q, s, t, x, y, z. In olandese, esistono 3 combinazioni di consonanti: “ch”, “sch” e “ng”, le quali, nonostante siano formate da più di una consonante, hanno un unico suono. Per le consonanti, c’è solo una regola da tenere a mente, ossia che una doppia consonante non si trova mai a fine sillaba o a fine parola.

DOVE E IN QUANTI PARLANO OLANDESE?

Sono circa 28 milioni i parlanti di olandese nel mondo, ed essa è la lingua nativa di circa 23 milioni di persone distribuite tra Olanda, Belgio, Suriname, Aruba e ex Antille olandesi. È la lingua madre di circa 23 milioni di abitanti dei Paesi Bassi, del Belgio, del Suriname, di Aruba e delle ex Antille Olandesi. Inoltre, essa è utilizzata come lingua minoritaria in Francia e in Germania. Le più grandi comunità di lingua olandese vivono negli Stati Uniti, in Canada, in Australia e in Nuova Zelanda. Negli Stati Uniti, l’olandese è una delle 15 lingue più diffuse in 3 Stati: Delaware, Indiana e Ohio. Tuttavia, in passato la percentuale di parlanti di olandese era più alta. A New York, vicino al fiume Hudson, i coloni olandesi e i loro discendenti parlavano olandese. L’olandese era inoltre la lingua madre di Martin Van Buren, ossia l’ottavo presidente degli Stati Uniti d’America. Egli è l’unico presidente degli Stati Uniti la cui lingua madre non era l’inglese.

QUANTO È DIFFICILE L’OLANDESE?

A primo impatto l’olandese può sembrare davvero complicato, ma in realtà è sorprendentemente semplice per chi parla inglese e tedesco, tanto è che è stato definito una combinazione delle due lingue. Essa è quindi una delle lingue più facili da imparare per chi le parla entrambe. Tuttavia, indipendentemente dalla propria lingua madre, l’apprendimento dell’olandese presenta sempre ostacoli e richiede tempo. Ogni lingua ha degli aspetti complicati e l’unico modo per padroneggiarli è quello di impararli.

UNA PRONUNCIA INSOLITA

Quando si inizia a studiare l’olandese, molti studenti hanno difficoltà con la pronuncia. Ma questa difficoltà è condivisa anche dai nativi, visto le strane combinazioni di lettere che caratterizzano la lingua. Ad esempio, esistono combinazioni consonantiche come “nk”, “sch”, “ng” e “nk”; alcune di esse hanno un suono unico, mentre altre hanno due suoni. Ma non sono solo le consonanti ad essere difficili. Di fatti, un altro aspetto complicato sono i dittonghi, ossia combinazioni di due vocali che producono un suono che nessuna vocale in olandese può produrre da sola. Pertanto, praticare la lingua orale è molto importante.

UN ORDINE DELLE PAROLE CONFUSO

Nella grammatica olandese, la costruzione della frase è molto caotica e più le frasi diventano lunghe più l’ordine delle parole è confuso. Quando si utilizzano strutture passive complesse e i tempi del futuro, l’aggettivo si trova solitamente a fine frase.

L’USO DEGLI ARTICOLI DE E HET

In olandese ci sono due modi distinti di utilizzare gli articoli de e het. In teoria, de si usa con tutte le parole maschili e femminili, mentre het con tutte le parole neutre:

De vrouw – la donna

De man – la persona

Het kind – il bambino

Tuttavia, sono molte le parole olandesi che non hanno un chiaro riferimento al genere, creando problemi nella scelta dell’aggettivo da utilizzare. Per questo motivo, può essere piuttosto difficile sapere quale articolo utilizzare. Perciò bisogna soltanto ascoltare la lingua e imparare; questa è la parte difficile dell’apprendimento dell’olandese. Per imparare davvero la lingua, è importante sfruttare ogni occasione di praticarla. Tuttavia, per comunicare non è necessario conoscere molte parole o complicate regole grammaticali. Non c’è nulla di male nel fare errori se si parla, ascolta, legge e scrive solo in olandese. Si possono passare anni ad imparare la lingua e nonostante ciò continuare ad imbattersi in parole mai viste. Secondo i dati del Foreign Service Institute, sono necessarie circa 600 ore (o 24 settimane) di studio per imparare a parlare in un olandese piuttosto basico. Naturalmente non si ha spesso la possibilità di studiare la lingua per 25 ore a settimana senza interruzioni. Pertanto, per mettere in prospettiva questi numeri, sarebbe necessario avere:

  • 11,5 ore a settimana per un anno per fare lezioni di olandese
  • 5,5 ore a settimana per un anno per fare lezioni di olandese.

I NOSTRI INTERPRETI E TRADUTTORI DI OLANDESE

Il nostro team di traduttori e interpreti professionisti fornisce sia traduzioni di documenti standard che traduzioni tecniche complesse, come anche traduzioni certificate da un notaio. L’agenzia di traduzione Skrivanek si occupa anche della revisione e del miglioramento stilistico dei testi in olandese. Naturalmente, i nostri linguisti specializzati possono anche fornirvi informazioni sulle differenze culturali, su come comportarvi con i partner commerciali olandesi e sulla storia e tradizioni del paese.

Le tematiche dei documenti che traduciamo da/verso l’olandese sono diverse, dato che Olanda e Lettonia collaborano attivamente in diversi settori, come il commercio, l’economia, l’istruzione, la cultura, ecc. I seguenti sono i servizi di traduzione da/verso l’olandese che più spesso forniamo alle aziende nostre clienti: adattamento di homepage, traduzione di contenuti per l’e-commerce e di slogan pubblicitari, di testi di marketing, ma anche di contratti di collaborazione e di documentazione commerciale. Forniamo anche servizi di interpretazione consecutiva e simultanea in occasione di incontri commerciali e di altro tipo, di conferenze e di altri eventi.  Per i privati, eseguiamo traduzioni di documenti di riconoscimento, certificati di matrimonio, certificati di nascita, documenti relativi all’istruzione o alla formazione, passaporti, documentazione medica, ecc.

L’OLANDESE NEL COMMERCIO

Dato che i Paesi bassi sono una delle nazioni più ricche del mondo, l’influenza economica dell’olandese è maggiore di quanto si pensa. Nonostante molti olandesi parlino inglese, in Olanda gli incontri commerciali si svolgono ancora in olandese. Se si vuole vivere e lavorare nei Paesi bassi, la conoscenza della lingua locale aiuterà a capire la cultura olandese. Tuttavia, è possibile usare l’inglese ovunque.

RELAZIONI BILATERALI TRA LA LETTONIA E I PAESI BASSI

Specialmente nei settori dell’agricoltura, della cultura e dell’istruzione, la Lettonia e l’Olanda hanno delle strette nonché amichevoli relazioni, caratterizzate da un regolare dialogo politico e diverse forme di collaborazione. L’Olanda è un partner economico tradizionalmente importante per la Lettonia.

L’inizio delle relazioni economiche bilaterali tra Paesi Bassi e Lettonia risale alla Lega anseatica. Gli scambi commerciali tra città portuali come Riga, Amsterdam e Groningen tra il XIII e il XVII secolo hanno favorito lo sviluppo commerciale in entrambe le nazioni. Anche oggi la Lettonia continua ad enfatizzare il proprio interesse nello sviluppo e nel consolidamento delle relazioni economiche con i Paesi bassi e lo fa mediante la promozione di esportazioni dall’alto valore aggiunto verso l’Olanda. I due paesi hanno delle economie aperte e dinamiche, la cui collaborazione è confermata da elevati e stabili indicatori di commercio bilaterale e dal volume di investimenti olandesi in Lettonia. I due paesi membri della NATO e dell’UE cooperano sulla base del Memorandum d’intesa sulla difesa e relazioni militari firmato a Londra il 19 settembre 2008 dal ministro della difesa della Repubblica di Lettonia e dal re dei Paesi bassi. Lo scopo di tale memorandum è quello di continuare ed approfondire la collaborazione tra Lettonia e Paesi bassi all’interno della NATO e dell’UE in materia di risorse per la difesa. Inoltre, i due paesi collaborano con successo anche nel campo della logistica e dei trasporti. Di fatti, il porto di Riga collabora con il porto di Rotterdam grazie al fatto che molte aziende che si occupano di trasporto di container (Containerships, Unifeeder Container Service e Mann Line Multimodal) percorrono tale rotta con regolarità. Inoltre, dal 2016 sono state organizzate delle spedizioni di prova di treni container tra Cina e Lettonia, le quali hanno percorso anche la tratta marittima e ferroviaria Ürümqi-Riga-Rotterdam. La Lettonia continua ad essere interessata nel mettere a disposizione la sua vantaggiosa posizione geografica ed infrastrutture per il traffico di merci tra Europa e Asia. Per di più, il paese baltico ha anche in atto una buona collaborazione nel campo dell’istruzione con le università olandesi ricche di tradizioni. Sono numerosi gli istituti di istruzione superiore lettoni, sia privati che pubblici, ad aver firmato degli accordi di collaborazione con quelli olandesi per lo scambio di studenti, professori e ricercatori. Gli istituti di istruzione superiore lettoni collaborano attivamente con quelli olandesi nell’ambito del programma di istruzione e ricerca dell’UE. Ogni anno, sono molti i giovani lettoni che vengono ammessi negli istituti di istruzione superiore olandesi per conseguire una laurea triennale o magistrale. L’attivissima collaborazione fra i due paesi è tale perché basata su relazioni storico-culturali e su un interesse professionale reciproco. Essa ha luogo nella forma di collaborazione tra le due nazioni o nel contesto di progetti internazionali, dove esse collaborano anche con altri paesi. Nel settore della cultura, l’Olanda e la Lettonia collaborano nei seguenti campi: industria creativa, musei, musica, arte, cinema, teatro ed educazione alla cultura. L’ambasciata dei Paesi Bassi si adopera attivamente per promuovere la collaborazione tra i due Paesi in vari settori e si occupa anche dei cittadini del proprio Paese che soggiornano sul territorio lettone.

SERVIZI CHE FORNIAMO PIÙ SPESSO DA/VERSO L’ OLANDESE:

COMBINAZIONI LINGUISTICHE:

Da lettone a olandese; da olandese a lettone; da estone a olandese; da olandese a estone; da lituano a olandese; da olandese a lituano; da russo a olandese; da inglese a olandese; da olandese a inglese; da ceco a olandese; da olandese a ceco; da polacco a olandese; da olandese a polacco; da ucraino a olandese; da olandese a ucraino; da olandese a spagnolo; da spagnolo a olandese; da tedesco a olandese; da olandese a tedesco; da italiano a olandese; da olandese a italiano; da francese a olandese; da olandese a francese; da danese a olandese; da olandese a danese; da norvegese a olandese; da olandese a norvegese; da svedese a olandese; da olandese a svedese; da finlandese a olandese; da olandese a finlandese, ma anche altre combinazioni.

SERVIZI CHE FORNIAMO PIÙ SPESSO DA/VERSO L’ OLANDESE:

COMBINAZIONI LINGUISTICHE:

Da lettone a olandese; da olandese a lettone; da estone a olandese; da olandese a estone; da lituano a olandese; da olandese a lituano; da russo a olandese; da inglese a olandese; da olandese a inglese; da ceco a olandese; da olandese a ceco; da polacco a olandese; da olandese a polacco; da ucraino a olandese; da olandese a ucraino; da olandese a spagnolo; da spagnolo a olandese; da tedesco a olandese; da olandese a tedesco; da italiano a olandese; da olandese a italiano; da francese a olandese; da olandese a francese; da danese a olandese; da olandese a danese; da norvegese a olandese; da olandese a norvegese; da svedese a olandese; da olandese a svedese; da finlandese a olandese; da olandese a finlandese, ma anche altre combinazioni.